0 Condivisioni

La bozza del Decreto approvato dal Governo per aiutare le imprese in difficoltà nel periodo dell’emergenza Coronavirus prevede un pacchetto di norme che consentiranno alle imprese di accedere a finanziamenti bancari garantiti dallo Stato.
Vediamo in sintesi di che cosa si tratta.
PICCOLE E MEDIE IMPRESE E PROFESSIONISTI
Le imprese di piccole e medie dimensioni ed i professionisti potranno richiedere alle banche un finanziamento per un importo di 25mila euro senza alcuna valutazione da parte della banca. La garanzia statale in questo caso sarà pari al 100% del prestito concesso. Il tasso di interesse dovrebbe essere abbastanza basso ed il Ministero dell’Economia lo stima ad oggi attorno all’ 1,2% annuo. Il rimborso del finanziamento dovrebbe avvenire non prima di 2 anni e non oltre i 6 anni. Per poter accedere al finanziamento l’impresa o il professionista dovrà firmare un’autocertificazione con la quale attesta di aver subito danni a causa del Covid 19.
IMPRESE FINO A 499 DIPENDENTI E FATTURATO FINO A 3,2 MILIONI DI EURO
Per le imprese un po’ più grandi, invece, e per chi richiede un prestito superiore a 25mila euro, lo Stato garantirà il 90% dell’importo. Il prestito non dovrà superare il minore importo tra il 25% del fatturato e 800mila euro. Il tasso applicato non è stato specificato così come non è stata stabilita la durata del finanziamento. In questo caso ci sarà una valutazione del soggetto richiedente il prestito.
TUTTO OPERATIVO? NO
Il Decreto non è ancora operativo ad oggi, 8 aprile 2020, in quanto il Decreto non è stato ancora pubblicato e comunque, quando lo sarà, per entrare in vigore avrà bisogno del via libera da parte dell’Europa…..quindi occorre ancora attendere.

0 Condivisioni