0 Condivisioni

Entro il prossimo 28 dicembre imprese e professionisti potranno presentare all’Agenzia Entrate la domanda per accedere al nuovo contributo a fondo perduto che si chiama “perequativo”. Vediamo in sintesi di cosa si tratta.

Quello che verrà erogato dall’Agenzia Entrate è un contributo introdotto dal Decreto Sostegni-bis (Dl 73/2021).

A quanto ammonta il nuovo bonus? Il contributo sarà determinato applicando una percentuale (che è rapportata ai ricavi dell’impresa o del professionista) alla differenza tra il risultato economico dell’anno 2019 e il risultato economico dell’esercizio 2020. Alla somma così calcolata devono essere tolti gli eventuali contributi a fondo perduto già riconosciuti dall’Agenzia delle entrate in passato. Per chi ha fatturato meno di 100.000 euro la percentuale da applicare sarà del 30%; per i fatturati da 100 a 400mila euro scendiamo al 20% e così via. Non si avrà diritto ad alcun contributo se l’ammontare complessivo dei contributi già ricevuti è maggiore della differenza tra i due risultati economici.

Qual è la condizione per poter ricevere il contributo?  Attenzione, però, al fatto che solo chi ha avuto un calo di fatturato di almeno il 30% tra 2019 e 2020 potrà ricevere il contributo “perequativo”

Come fare per richiedere il contributo?  E’ necessario presentare un’apposita domanda entro il 28 dicembre 2021. La domanda è telematica e viene usato il servizio web disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito internet delle Entrate.

LO STUDIO CLERICUZIO E’ A DISPOSIZIONE DEI PROPRI CLIENTI PER PREDISPORRE ED INVIARE IN AGENZIA ENTRATE LA DOMANDA PER OTTENERE IL CONTRIBUTO.

TEL. 0175 218991 – E-MAIL STUDIOMARIOCLERICUZIO@GMAIL.COM

0 Condivisioni