13 Condivisioni

Non mi stancherò mai di ripetere che è necessario fare una buona pianificazione fiscale della propria azienda, sia essa una ditta individuale o una società. La pianificazione fiscale si può fare solo con la consulenza di un Dottore Commercialista che vi segua e vi indichi le strade migliori per pagare meno imposte, in modo assolutamente legale.
Uno strumento molto utile nella pianificazione fiscale di una SRL è quello del Trattamento di Fine Mandato agli amministratori, anche detto TFM.

Che cos’è il TFM?
E’ una specie di “liquidazione” che viene accantonato e poi liquidato agli amministratori di società.
I soci delle società possono prevedere, oltre al compenso mensile o annuale agli amministratori, anche un ulteriore compenso da corrispondersi alla cessazione del rapporto, che viene accantonato ogni anno in un apposito fondo oppure che può essere accantonato mediante la stipula di apposite polizze assicurative.

Come i soci determinano il TFM?
Nel momento della costituzione della società o successivamente con apposita delibera assembleare i soci possono decidere l’accantonamento del fondo da corrispondere alla cessazione dell’amministratore.

Il TFM è deducibile dal reddito della società?
Ai sensi dell’art. 105 del TUIR, ovvero del Testo Unico delle Imposte sui Redditi, l’accantonamento annuale del TFM è deducibile integralmente dal reddito di impresa, a condizione che il diritto a al TFM risulti da atto di data certa anteriore all’inizio del rapporto. In mancanza di data certa, la deduzione del relativo costo avviene nell’esercizio di effettiva erogazione dell’indennità e non annualmente.

Come si ottiene la data certa?
E’ necessario quindi che la delibera con cui i soci attribuiscono all’amministratore il TFM sia presa contemporaneamente alla nomina dell’amministratore stesso. E’ indispensabile pertanto poter dimostrare che la delibera con cui si stabilisce il TFM ha una data certa, sicura, proprio la data in cui è stato nominato l’amministratore e non una data successiva. Tale data certa si ha con un atto pubblico (quindi se il TFM è previsto in sede di costituzione della società) oppure mediante spedizione della copia del verbale di attribuzione del TFM con servizio postale e raccomandata senza busta oppure tramite PEC.

Come viene tassato il TFM in capo all’amministratore?
Il trattamento di fine mandato erogato all’amministratore beneficia della tassazione separata se il diritto all’indennità risulta da atto di data certa anteriore all’inizio del rapporto di amministrazione.
In tal caso, quindi, la tassazione separata potrà essere molto più conveniente rispetto alla normale tassazione di un altro compenso.

Perchè scegliere il TFM?
Come abbiamo accennato, in una buona pianificazione fiscale della propria società, sarà importante valutare l’ipotesi di accantonare il TFM a favore dell’amministratore: esso è deducibile dal reddito di impresa (quindi si pagano meno imposte sulla società) e sarà tassato con tassazione separata quando verrà corrisposto all’amministratore (quindi con una tassazione più conveniente rispetto alla normale tassazione Irpef).

LE DISTANZE CON INTERNET NON ESISTONO…..per maggiori informazioni puoi trovarci di persona a SALUZZO (CN), in VIA DEPORTATI EBREI N. 4….MA PUOI CONTATTARCI ANCHE VIA TELEFONO, MAIL O INTERNET.

MARIO CLERICUZIO, Autore del libro “Il Coraggio di Fare Impresa”, disponibile su IBS e su AMAZON.

13 Condivisioni