La Riforma dello Sport richiede che le associazioni e società sportive dilettantistiche aggiornino i loro statuti secondo le indicazioni dell’articolo 7 del Decreto Legislativo del 28 febbraio 2021, n. 36. Questo articolo stabilisce cosa deve essere incluso negli statuti e nei documenti di costituzione, precisando i requisiti necessari. Originariamente, gli statuti dovevano essere aggiornati entro il 1° luglio 2023. Tuttavia, questa scadenza è stata posticipata prima al 31 dicembre 2023 e poi al 30 giugno 2024.

COSA PREVEDE L’ART. 7 DEL D.LGS. 36/2021?

L’articolo 7 del Decreto Legislativo del 28 febbraio 2021, n. 36 include tutte le norme per gli statuti delle associazioni e società sportive dilettantistiche, stabilendo i criteri obbligatori per i documenti di costituzione e gli statuti. Questo articolo impone che tali enti debbano essere formati mediante atto scritto.

LA DENOMINAZIONE DELLE ASD

La legge richiede che gli statuti delle associazioni e società sportive dilettantistiche includano dettagli specifici, come la denominazione che deve riflettere la loro natura sportiva e dilettantistica. Secondo l’articolo 6 del Decreto Legislativo n. 36/2021, è obbligatorio che il nome di questi enti specifichi chiaramente che si tratta di associazioni o società sportive dilettantistiche. Ad esempio, un’associazione chiamata XYZ dedicata allo sport dilettantistico dovrebbe chiamarsi “XYZ Associazione Sportiva Dilettantistica”.

L’OGGETTO SOCIALE DELLE ASD

Lo statuto delle associazioni e società sportive dilettantistiche deve chiaramente indicare come loro obiettivo principale  l’organizzazione, gestione, formazione, insegnamento, preparazione e supporto all’attività sportiva dilettantistica. Questo è essenziale per dimostrare che l’attività sportiva dilettantistica è il loro scopo principale.

Tuttavia, ci sono eccezioni per certe organizzazioni. Secondo l’articolo 7, comma 1-bis, le associazioni e società sportive dilettantistiche che si formano come Enti del Terzo Settore secondo il Decreto Legislativo n. 117/2017 o come imprese sociali e sono registrate nel Registro Unico del Terzo Settore non devono necessariamente focalizzarsi in modo principale sull’attività sportiva dilettantistica. 

GLI ALTRI REQUISITI DEGLI STATUTI DELLE ASD

Altri aspetti cruciali che gli statuti delle associazioni e società sportive dilettantistiche devono contenete includono:

  • L’assegnazione della rappresentanza legale dell’ente, per assicurare che ci sia una figura chiaramente identificabile con il potere di agire a nome dell’associazione.
  • Il principio di non lucratività, come stabilito dall’articolo 8 del Decreto Legislativo n. 36/2021. Questo implica che qualsiasi profitto o avanzo di gestione debba essere reinvestito per le attività statutarie o per l’aumento del patrimonio dell’ente. È esplicitamente vietata la distribuzione di utili o avanzi di gestione, in qualsiasi forma, ai membri, lavoratori, amministratori, o qualsiasi altro soggetto associato, anche in caso di recesso o dissoluzione del rapporto individuale.
  • Le regole per l’organizzazione interna devono riflettere i principi di democrazia e uguaglianza tra tutti i membri, garantendo che le cariche sociali siano elettive. Questo requisito si applica direttamente alle associazioni, mentre le società sportive che adottano forme societarie devono seguire le norme del Codice Civile in materia.
  • È richiesto che vengano redatti bilanci economico-finanziari, specificando anche come questi devono essere approvati dagli organi statutari. Questo assicura trasparenza e responsabilità nella gestione finanziaria dell’ente.

  • Deve essere chiaro all’interno dello statuto come avviene lo scioglimento dell’associazione o della società. Questo include i processi decisionali e le procedure che portano alla cessazione delle attività.

  • In caso di scioglimento, è obbligatorio che il patrimonio residuo dell’associazione o della società sia destinato a fini sportivi. Questo requisito sottolinea l’impegno nel sostenere lo sport anche dopo lo scioglimento dell’ente, assicurando che eventuali beni residui continuino a beneficiare della comunità sportiva.

COSA POSSIAMO FARE PER TE?

Concludendo, è fondamentale ricordare che il termine ultimo per l’adeguamento degli statuti delle associazioni e società sportive dilettantistiche è stato fissato al 30 giugno 2024.

Lo Studio Clericuzio, guidato dalla mia esperienza e dalla professionalità del nostro team, è pienamente a disposizione per offrire consulenza e supporto in questo processo di adeguamento degli statuti. Siamo pronti ad assistervi nell’analisi delle necessità specifiche della vostra associazione o società e nella redazione o revisione degli statuti per assicurare che siano in piena conformità con le disposizioni legislative attuali. Non esitate a contattarci per approfittare della nostra competenza in materia e per qualsiasi ulteriore informazione o chiarimento.

Per maggiori informazioni telefonaci al n. 0175 218991 o scrivici all’indirizzo e-mail studiomarioclericuzio@gmail.com

dott. Mario Clericuzio – Dottore Commercialista e Revisore Legale